Si inaugura il 18 luglio 2019, presso la sede di Assolombarda a Milano, il workshop “Proteggere, conservare e difendere i Beni Culturali”, organizzato dall’Associazione non profit SOS Archivi, con il supporto di Museimpresa.
La giornata introduttiva prevede gli interventi da parte di AXA XL Art & Lifestyle, Edam Srl e Art Defender.

A partire da settembre, avranno luogo quattro focus day tenuti dagli esperti delle aziende ospitanti: nella sede 3M di Pioltello si parlerà di applicazione del piano di sicurezza ed emergenza; la Fondazione Hruby dedicherà la giornata al tema della sicurezza dei Beni Culturali; nel laboratorio di Edam Srl ai partecipanti verranno proposte delle nozioni di conservazione preventiva e di gestione pratica delle emergenze; il workshop si concluderà a Bologna, negli spazi di Art Defender, per parlare di custodia e conservazione dei Beni Culturali.

Il workshop propone di iniziare un percorso finalizzato a migliorare le competenze dei partecipanti in ambito di prevenzione e gestione dei rischi e delle
emergenze nel settore dei Beni Culturali, offrendo approfondimenti dai punti di vista legislativo, tecnico e assicurativo.

Il corso è strutturato in modo da coinvolgere le diverse professionalità che lavorano a stretto contatto con il patrimonio culturale, sia pubblico che privato, al fine di acquisire il know-how per implementare con successo operazioni pratiche di salvaguardia del patrimonio. Uno degli obiettivi del corso risiede proprio nell’opportunità di stabilire un network tra professionisti provenienti da diverse aree di competenza, sul tema della diffusione di buone pratiche da attuare per la sicurezza dei beni culturali.

Il corso è focalizzato sulla valutazione, la gestione e la riduzione del rischio, in tutte le sue dimensioni: su piccola e larga scala, frequente e infrequente, improvviso o continuativo nel tempo, causato da disastri naturali o dall’uomo, relativo all’ambiente, alla tecnologia, o a fattori biologici.

La protezione dei beni inizia dall’implementazione di misure economiche, legali, tecnologiche e di sicurezza che prevengano e riducano l’esposizione ai danni e la vulnerabilità al disastro, incrementando la preparazione (preparedness) alla risposta e al recupero, qualora gli asset venissero colpiti da danni.

Di seguito, le interviste effettuate da La Mia Finanza, a Massimo Cruciotti, Italo Carli e Alessandro Guerrini.