archiviosedia

Un Archivio per la sedia – 4 e 5 aprile, Manzano (UD)

Nei giorni 4 e 5 aprile si terrà a Manzano il convegno “Un archivio per la sedia”, rivolto a professionisti del settore e aperto al pubblico con l’obiettivo di contribuire alla predisposizione di un modello condiviso di intervento volto a consolidare l’idea progettuale di centro per la documentazione .
L’iniziativa è organizzata dagli Assessorati alla Valorizzazione dei Beni Culturali ed ai Progetti Strategici del Comune di Manzano
L’evento gode del Patrocinio di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Ordine degli Architetti della Provincia di Udine, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Udine, AIB. Partecipano BancaTER, ClusterArredo/Casa FVG, Confartigianato Seggiolai e ProLocoManzano.
Aderiscono all’iniziativa i principali ordini professionali e le associazioni di categoria che operano nel settore della sedia e dell’industria. Vi partecipano qualificati relatori espressione del mondo accademico e professionale tra cui il prof. Guerzoni, la prof.ssa Tonicello oltre ai referenti di, Istituto Saranz di Trieste, OMI, IKON, Soprintendenza Archivistica regionale, ERPAC ed altri Enti ed Istituzioni della cultura. Sono previsti interventi di amministratori locali che hanno vissuto analoghe progettualità di archeologia industriale sui propri territori.
Il progetto avviato dal Comune di Manzano intende recuperare, catalogare, conservare e valorizzare il patrimonio culturale legato al mondo della Sedia: oggetti, archivi, ricordi… che sono testimonianza di un passato personale e collettivo. Beni materiali e immateriali che permettono di ripercorrere le tappe principali della nostra storia, ma anche di porre le basi per interventi che grazie ad uno stretto legame tra cultura e sviluppo sono in grado di incidere sul progresso sociale ed economico del territorio.
Il secondo giorno del convegno sarà interamente dedicato alla visita nelle aziende del territorio.
E’ possibile consultare il programma completo sul sito dedicato: https://www.archivioperlasedia.it.

SOS Archivi collabora all’organizzazione dell’evento.