Non solo carte: l’archivio come espressione della varietà del patrimonio culturale

L’archivio non è solo carta, l’archivio non è solo carte. Sono molti gli archivi in cui è necessario il confronto con materie, materiali e oggetti ben diversi da quelli tradizionali, tali da richiedere un approccio specialistico e talvolta soluzioni originali. È pertanto opportuno riflettere sul modo in cui i modelli descrittivi tradizionali siano adeguati a rappresentare tali realtà, in cui il documento d’archivio assume forme così variegate.

Per ragionare intorno a questo tema, Giorgetta Bonfiglio Dosio presenterà la complessità e la varietà degli archivi d’impresa; Danilo Craveia si concentrerà in particolare sugli archivi dell’industria tessile; Simona Turco affronterà il tema degli archivi fotografici; Maria Francesca Stamuli esplorerà il panorama documentario legato alle fonti orali; e Manuel Rossi ci parlerà degli archivi dello spettacolo. Modererà Giovanni Michetti.

Dirette precedenti

La formazione degli archivisti: contenuti, modelli, attori, prospettive

I compiti degli archivisti sono andati progressivamente espandendosi nel corso degli ultimi decenni. Alla documentazione cartacea si è affiancata quella digitale, alle fonti documentarie tradizionali quelle orali e audiovisive, solo per citarne alcune. Da una professione prevalentemente dedita alla documentazione statale o, comunque pubblica, si è passati ad una tutela attenta anche alla documentazione privata di ogni genere, non solo quella di famiglie e personalità illustri, ma quella dei professionisti, degli artisti,  delle imprese, dei sindacati.

A fronte di questo allargamento degli orizzonti, il regolamento delle scuole di Archivistica, paleografia e diplomatica degli Archivi di Stato  è rimasto quello di 110 anni 

fa, mentre altri percorsi formativi (corsi universitari, master, corsi promossi dall’associazione professionale) venivano offerti agli archivisti posti davanti ai nuovi compiti. Allo stesso tempo anche le scuole degli Archivi di Stato si aggiornavano ed ampliavano l’offerta, sia pure in maniera non coordinata.

Oggi, alla vigilia di un nuovo regolamento che giunge dopo anni di pressioni in questo senso, discutono della formazione degli archivisti Sabrina Mingarelli, Andrea Giorgi, Stefano Pigliapoco, Giovanna Giubbini, Giovanni Michetti, Ilaria PesciniIn apertura, il saluto del Direttore Generale per gli Archivi, Anna Maria Buzzi.

La prevenzione dei rischi nei luoghi della cultura

Seminario con esercitazione pratica

In occasione della Giornata Internazionale per la Riduzione del Rischio dei Disastri Naturali, nata nel 1989 per volere dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, si terrà un seminario di approfondimento sulla prevenzione dei rischi nei luoghi che conservano il patrimonio culturale (musei, archivi, biblioteche, etc.).

La giornata sarà divisa in due parti: durante la mattina, diversi eminenti esperti del settore terranno interventi tecnico-formativi ed esporranno casi di studio specifici dell’ambito beni culturali; nel pomeriggio, nello spazio esterno dell’ISA, verrà svolta un’esercitazione pratica di salvataggio di archivi, simulando un allagamento, una situazione emergenziale che spesso chi lavora in archivio si trova a dover affrontare.

Aspettando ICA 2022: i prossimi appuntamenti

Dal 9 marzo al 7 giugno 2021, ogni 15 giorni, abbiamo parlato di archivi, in un percorso strutturato di avvicinamento nel segno della cooperazione e della coesione che caratterizza questo settore.

Durante questo ultimo appuntamento prima della pausa estiva, vogliamo fare un resoconto di questa iniziativa, che ricomincerà in autunno con un programma ricco e intenso, proseguendo fino a giugno 2022, per preparare la comunità archivistica alla Conferenza Internazionale ICA, che si terrà a Roma dal 19 al 23 settembre 2022.

Understanding Disaster Risk for Digital Heritage

In 2012, hurricane Sandy caused multiple fatalities and more than 6 million homes and businesses experienced prolonged power outages, resulting in billions of dollars of losses in the form of digital assets.

Equally alarming is that 60% of small- and medium-sized businesses experienced a loss or theft of sensitive data in the last 12 months, and the cost of IT downtime was $700 billion in 2015. Disasters such as these result in significant losses of digital assets, which also includes digital heritage.

As part of ICCROM’s new ‘Sustaining Digital Heritage’ initiative, this webinar will promote a better understanding of disaster risk for digital heritage. Noted speakers from the fields of heritage risk reduction, archives, and digital asset management will share their experiences and expertise, and discuss how to prevent large-scale disruption and significant data loss.

Our aim is to build ground for a lively discussion by using interactive features such as live polls and a Q&A format.

Preserving sounds and voices: archives as a place for identity

Audiovisual heritage represents an inestimable treasure, which has been and is fundamental for the construction of individual and social identities, for the cultural formation of people, for the collective memory of peoples. Radio and television recordings, oral testimonies that speak of the past and question the present, that explain, intrigue, teach, amuse or entertain.

Sally Jennings will talk about the Save our Sound project, promoted by the British Library, and Enrico Giannotti will explain how artificial intelligence can bring added value in the processing of video audio content. Maria Francesca Stamuli will tell us what the Vi.vo.project consists of, while Silvia Calamai will introduce the Vademecum for the treatment of oral sources.

 

 

Cultura d’impresa negli archivi: sostenibilità, digitalizzazione e ruolo formativo

Qual è l’impatto sociale della perdita della memoria? E perchè diventa fondamentale preservare e valorizzare gli archivi d’impresa? Attraverso gli archivi si costruiscono percorsi di formazione e si conserva la capacità di costruire e creare.

Con Antonio Calabrò discuteremo di sostenibilità e impatto sociale della perdita della memoria;  Lucia Nardi parlerà di archivio d’impresa come strumento per rafforzare e comunicare l’identità aziendale e Daniela Brignone di archivio come strumento di marketing e comunicazione; Giorgetta Bonfiglio Dosio discuterà di formazione archivistica oggi; infine, Amedeo Lepore esporrà il caso dell’archivio digitalizzato della Cassa del Mezzogiorno.

Archivio bene comune: il rapporto con le comunità e proposte di valorizzazione

La documentazione conservata negli archivi ecclesiastici, diocesani e parrocchiali in particolare, si intreccia inestricabilmente con la storia delle persone e delle comunità e dei luoghi abitati e costruiti intorno ad esse. Ogni azione, sia legata ad iniziative di conoscenza, che di tutela o di valorizzazione non può che essere l’espressione concertata di un popolo e del suo territorio. Proviamo a raccontare alcune esperienze.

S.E. Mons. Franco Lovignana parlerà della progettualità culturale e pastorale per i beni culturali.
Ascolteremo due esperienze: 
Matteo Savoldi racconterà il progetto degli archivi ecclesiastici veronesi in rete; don Gianluca Marchetti e Veronica Vitali parleranno della valorizzazione “corale” dei codici miniati del Capitolo della Cattedrale di Bergamo. 

Condizioni microclimatiche e qualità dell’aria negli archivi

Il monitoraggio e il controllo della qualità dell’aria dell’ambiente normalmente avvengono outdoor, ma anche all’interno degli ambienti deputati alla conservazione dei beni archivistici vi possono essere preoccupanti sorgenti di inquinamento oppure, a causa di sistemi di circolazione dell’aria non efficienti, gli inquinanti possono penetrare dall’esterno e accumularsi.

Ne parliamo con il biologo Matteo Montanari, esperto nel settore dei beni culturali, con Matteo Bistoletti, con Ivano Battaglia,  Gregorio Mangano e Francesco Santi, che tratteranno il tema della sicurezza in rapporto con la sostenibilità, anche in ambiente MAB. 

Buone pratiche per la messa in sicurezza degli archivi diocesani

Predisporre azioni per la sicurezza degli archivi, anche degli archivi ecclesiastici, è indispensabile per affrontare nel migliore dei modi le eventuali emergenze ed è importante garantire una gestione ordinata e coordinata sul territorio attraverso una serie di buone pratiche per la messa in sicurezza dei beni. Nel mondo degli archivi ecclesiastici, e diocesani in particolare, il lavoro è svolto in sinergia dai diversi presidi sul territorio: la diocesi, la regione ecclesiastica, l’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto.

Don Valerio Pennasso parlerà della protezione degli archivi ecclesiastici; Marica Mercalli interverrà sui depositi di sicurezza in fase di emergenza; la parola passerà poi a don Gianluca Popolla, che parlerà della situazione degli archivi diocesani in Piemonte; concluderemo con Martino Dutto, per un focus su problematiche e rischi, buone pratiche per gli archivi diocesani e parrocchiali, con particolare attenzione all’Archivio storico diocesano di Cuneo.

Mitigare i danni da incendio: la nuova Regola Tecnica Verticale applicata ai beni culturali

Nel 2020 è stata redatta una nuova regola tecnica riguardante la prevenzione degli incendi in ambiente museale e culturale, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.183 del 22 luglio. Il D.M, redatto congiuntamente dal Ministero dell’Interno e dal MiBAC, approva la Regola Tecnica Verticale dedicata alla tutela degli edifici museali e culturali con i relativi beni conservati.

Con Gioacchino Giomi Luca Nassi approfondiremo gli aspetti di questo decreto, per poi parlare di soluzioni adeguate con Emanuele Goretti, che effettuerà in diretta una dimostrazione d’uso di Novec™ 1230.

Archivi e Biblioteche digitali: finanziamenti, casi di studio e valorizzazione

SOS Archivi vuole informare attraverso i massimi esperti di settore sulle forme di finanziamento europeo ed agevolazioni che riguardano la digitalizzazione di archivi e biblioteche.

COVID-19: Dall’emergenza alla ripartenza graduale

best practice ed esempi per archivi, biblioteche
e per il patrimonio culturale

Altre risorse video

Iscriviti alla newsletter per essere aggiornato

Iscrizione avvenuta con successo