I workshop sono a cura di

Per ulteriori informazioni scrivere a training@tridentmanor.com

Workshop online in collaborazione con Trident Manor

17 Dicembre 2021 / ore 14:00 CET

25 Gennaio 2022 / ore 14:00 CET 

Piattaforma Zoom

Workshop sulla prevenzione dei danni sul patrimonio culturale

Sono aperte le iscrizioni ai workshop per figure professionali che operano in archivi, bibliotechemusei, gallerie, o siti di interesse culturale.

I corsi sono organizzati da Trident Manor con la collaborazione e il supporto di SOS Archivi.
Gli incontri sono previsti per il 17 dicembre 2021 e il 25 gennaio 2022 e sono rivolti a diverse figure professionali del settore dei beni culturali.

Il primo workshop verte sulla prevenzione di danni ai beni culturali (livello introduttivo), mentre il secondo approfondisce come identificare in tempo attività e atteggiamenti sospetti migliorando la propria consapevolezza situazionale, diminuendo il rischio di danni e furti di beni culturali.

I corsi sono aperti a Soci e non Soci di SOS Archivi, con un’agevolazione tariffaria per i Soci.

Particolarità dei workshop:

Entrambi i programmi sono stati certificati dall’ente Servizio di Certificazione per il Continuo Sviluppo Professionale (Continuous Professional Development Certification Service – CPD). Il contenuto e la struttura dei workshop sono pertanto stati valutati e approvati per aver rispettato i criteri necessari a garantire lo sviluppo conoscitivo di professionisti che operano nel settore dei beni culturali.

17 Dicembre 2021 / ore 14:00 CET

Introduzione alla Protezione dei Beni Culturali: Guida alla Prevenzione

Workshop introduttivo su minacce e rischi ai luoghi della cultura, come si manifestano e come contrastarli prima che sia troppo tardi.

Programma del workshop

Problemi sociali e climatici, criminalità organizzata, conflitti armati. Questi sono solo alcuni dei possibili fattori che possono esporre i luoghi della cultura al rischio di essere danneggiati o depredati.

Ma come si possono mitigare, gestire, o prevenire queste situazioni? 

Spesso quando si parla di protezione di beni culturali, l’attenzione viene rivolta a come gestire situazioni di calamità naturale o emergenza, incluso l’evacuazione e/o recupero di collezioni e altri beni. Sebbene riconoscendo l’importanza di queste delicate fasi, il seguente workshop vuole tuttavia focalizzarsi su un altro aspetto della protezione: la prevenzione

Durante l’evento verranno discusse misure e prassi da intraprendere prima del verificarsi di danni e calamita’ per mitigare e prevenire, laddove possibile, danni ai beni culturali. 

Dopo aver discusso diversi tipi di minacce e come queste si manifestano in relazione ai beni culturali, il workshop si focalizzerà su azioni e procedure che, se adottate e ampliate fin da subito, aiuteranno coloro che si occupano di archivi, musei, gallerie, o siti, a meglio garantire la salvaguardia dei beni per le presenti e future generazioni.

Grazie ai contenuti trattati, supportati da casi studio e alcuni esercizi pratici, i partecipanti acquisiranno una maggiore comprensione e conoscenza dei seguenti aspetti:

  • Minacce, quali sono e come riconoscerle 
  • Metodologie d’attacco
  • Consapevolezza situazionale
  • Metodi di sorveglianza
  • Efficaci prassi operative

Al termine dell’evento, un attestato di partecipazione insieme a un breve sommario dei principali argomenti trattati verrà inviato via mail a tutti i partecipanti.

A chi è indirizzato: Questo evento è particolarmente indicato per curatori e assistenti, personale d’accoglienza, sorveglianti, guardie museali, volontari. 

Durata: c. 3 ore

Prezzo: 75 euro a persona

Prezzo riservato ai Soci Onorari SOS Archivi: 50 euro a persona

Pagamento da effettuare tramite bonifico su C/C intestato a SOS Archivi

IBAN IT02F0832703399000000021394

Causale: Codice Fiscale dell’iscritto + Corso TM 1

25 Gennaio 2022 / ore 14:00 CET

Il Concetto di Consapevolezza Situazionale e la sua Applicazione alla Protezione dei Beni Culturali

Osservazioni e consigli su come rimanere vigili durante le ore di lavoro prevenendo possibili danni ai beni culturali.

Poter contare su un personale museale vigile e accorto contribuisce a incrementare i livelli di sicurezza, proteggendo i beni culturali in un’ottica di prevenzione da rischi e minacce.

Molto spesso istituti come archivi, musei, e gallerie si trovano ad operare con budget limitati, non sempre sufficienti a garantire l’impiego di guardie museali h24 per la sorveglianza di ambienti interni ed esterni. Allarmi e telecamere possono essere presenti e scoraggiare i malintenzionati ma non possono intervenire nè valutare possibili comportamenti sospetti. Inoltre, trattandosi di apparecchi tecnologici, il loro corretto funzionamento puo’ essere influenzato da vari fattori (ad es. blackout, obsolescenza, ecc.) creando delle vulnerabilita’ nel sistema.

Avere un personale in grado di raccogliere ed elaborare informazioni provenienti dall’esterno (atteggiamenti, gesti, azioni, e così via) costituisce un’ottima risorsa in grado di sopperire alla possibile mancanza di guardie, aggiungendo un ulteriore elemento di protezione insieme ai sistemi d’allarme laddove questi siano presenti.

Il presente workshop si focalizzerà quindi sul concetto di consapevolezza situazionale (in inglese, situational awareness) e l’uso dei sensi per identificare e gestire cambiamenti e situazioni che possono celare rischi e minacce.

Gli elementi analizzati nel corso saranno applicati non solo alla protezione dei beni culturali in sè (collezioni, edifici e così via) ma anche alla protezione del personale e del pubblico. Durante l’evento, fattori che possono influire sui livelli di attenzione e vigilanza verranno discussi insieme ad azioni per contrastarli, in modo da evitare di essere colti nello “stato di vittime”.

Al termine dell’evento, un attestato di partecipazione insieme a un breve sommario dei principali argomenti trattati verrà inviato via mail a tutti i partecipanti.

A chi è indirizzato: Questo corso è aperto a tutti coloro che operano in archivi, biblioteche, musei, gallerie, siti e che hanno mansioni o interesse per la protezione dei beni culturali. 

Durata: c. 3 ore

Prezzo: 75 euro a persona

Prezzo riservato ai Soci Onorari SOS Archivi: 50 euro a persona

Pagamento da effettuare tramite bonifico su C/C intestato a SOS Archivi

IBAN IT02F0832703399000000021394

Causale: Codice Fiscale dell’iscritto + Corso TM 2

Il relatore dei workshop

Valentina Sabucco, Cultural Property Protection Lead and Consultant

Biografia del relatore

Valentina Sabucco gestisce la programmazione e sviluppo di corsi incentrati sulla protezione dei beni culturali, e fornisce consulenza a istituzioni culturali, nazionali e internazionali, su come progettare e implementare i loro sistemi di sicurezza da un punto di vista operativo e strategico.

Valentina lavora infatti come consulente e Cultural Property Protection Lead presso la Trident Manor Limited, un’organizzazione specializzata in servizi di consulenza sulla sicurezza, risk management, e crisis response.

E’ anche coordinatrice eventi per l’International Arts and Antiquities Security Forum.

Laureata con il massimo dei voti all’Università Cattolica di Milano con una tesi in lettere classiche, ha poi conseguito un Master of Practice (MPrac) in Heritage Studies presso l’Università di Newcastle upon Tyne.

Per due anni ha lavorato nel Segretariato della Blue Shield International e UK Blue Shield (di cui ora fa parte come Observer), e ha svolto esperienze di volontariato presso siti culturali e istituti di ricerca come il sito UNESCO World Heritage di Durham, la World Heritage UK, e il Maniscalco Heritage at Risk Documentation Centre.

Dal 2019, Valentina collabora con l’UNESCO Youth Section di Parigi come co-coordinatrice per la creazione di una comunita’ (UNESCO Global Youth Community) aperta a tutti i giovani per agevolare lo scambio di idee, progetti, e iniziative.

Negli anni, ha partecipato e continua a presentare a conferenze nazionali e internazionali aspetti legati alla protezione del patrimonio culturale.

Valentina è membro di ASIS International, dell’International Foundation for Cultural Property Protection, di ICOMOS Italia, e di ESACH.

I suoi interessi coprono: regolamenti e convenzioni sulla protezione dei beni culturali, risk management e sicurezza di siti, coinvolgimento delle comunità nella protezione della loro patrimonio materiale e non.

Modulo di iscrizione