Emergenza Beni culturali mobili: prevenire e affrontare i rischi ricorrenti

Il coordinamento MAB della Lombardia in collaborazione con IFLA – Preservation & Conservation Section e in accordo con le associazioni di riferimento ICOM, AIB, ANAI, AICRAB propone un workshop di aggiornamento su alcuni aspetti dell’emergenza beni culturali con particolare riferimento a quelli mobili di musei, archivi e biblioteche. L’iniziativa gratuita è rivolta a conservatori museali, conservatori di biblioteche, archivisti e conservatori di beni culturali documentari e della memoria.

Il workshop si svolgerà il 15 ottobre a Milano, presso il Museo Martinitt e Stelline, dalle ore 9:30 alle 17:15.

SOS Archivi sarà presente con un intervento del Presidente dell’Associazione, Massimo Cruciotti.

Il programma è scaricabile qui.

La partecipazione è gratuita, ma è richiesta l’iscrizione all’indirizzo email segreteria.mablomb@gmail.com

SOS Archivi patrocina DIG.Eat 2015

Il DIG.Eat, evento nazionale sulla digitalizzazione firmato ANORC, giunge quest’anno alla sua VIII edizione ed anche quest’anno SOS Archivi è fra i patrocnanti dell’evento.

La manifestazione organizzata con il supporto di ANORC Professioni, Aifag e Stati Generali della Memoria Digitale si terrà a Roma il 14 ottobre presso il Centro Congressi Fontana di Trevi, piazza della Pilotta, 4.

L’evento sarà gratuito e aperto (previa iscrizione obbligatoria) e sarà l’occasione per promuovere e diffondere la cultura di una “buona digitalizzazione”, che crei vantaggi economici, di tempo e di gestione senza mettere a rischio la sopravvivenza e l’integrità dei nostri dati.

Il DIG.Eat si articolerà in quattro tavole rotonde: due tratteranno le tematiche della digitalizzazione dal punto di vista della PA e due da una prospettiva più orientata alle Aziende e al mercato. L’evento è arricchito dalla presenza di numerosi esperti nazionali provenienti dal mondo delle istituzioni e delle imprese.

La Giunta esecutiva e la Commissione di valutazione di ANORC PROFESSIONI hanno riconosciuto per l’evento DIG.Eat 2015 2 ore di formazione valida ai fini dell’aggiornamento obbligatorio previsto.

Valido ai fini dell’assolvimento dell’obbligo della Formazione Professionale Continua degli iscritti all’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili.

Per consultare il programma dell’evento: http://www.digeat.it/digeat-2015-the-endless-paper-programma

Per iscriversi: http://www.digeat.it/endless-paper-registrazione

wet document day

Wet Document Days 2015

I Wet Document Days 2015 si sono conclusi con grande successo di pubblico e di interesse.

Le due giornate del 5 e del 28 maggio sono state dedicate al salvataggio dei beni documentali con esercitazioni pratiche per il salvataggio di archivi e biblioteche.

Il Wet Document Day del 5 maggio si è svolto presso l’American University of Rome, ha visto la partecipazione di 80 persone sia agli interventi della mattina, che all’esercitazione del pomeriggio.

Per guardare il video degli interventi:

 

Il Wet Document Day del 28 maggio, svoltosi in lingua inglese, è stato ospitato nel complesso di San Michele, la mattina presso l’Antico Carcere, grazie alla gentile concessione dell’ISCR, e il pomeriggio nel cortile dell’ICCROM.

Per guardare il video dell’esercitazione:

I Wet Document Days 2015 hano avuto il patrocinio di enti ed istituzioni sensibili al tema della tutela dei Beni Culturali, come ICCROMThe American University of RomeAIBANORC, ANAI LazioKoha ItaliaIFLA, Assessorato alla Cultura e al Turismo di Roma e Città Metropolitana di Roma.

Le giornate sono state sponsorizzate da PRODOC SrlEDAM SrlBucap SpaSacma SpaTA&TSWiff, MakrosAXA Art e Banca di Credito Cooperativo di Roma.

wet document day

Wet Document Day 2015

Al fine di promuovere una corretta cultura della prevenzione e gestione del rischio per una adeguata tutela dei beni culturali, SOS Archivi inaugura i Wet Document Day, due giornate dedicate al salvataggio dei beni documentali con esercitazioni pratiche per il salvataggio di archivi e biblioteche.

Il grande successo di pubblico ottenuto dalle simulazioni effettuate nel 2014, durante il Salone del Restauro di Ferrara, ha dimostrato come il tema dell’emergenza sia molto sentito tra coloro che lavorano nel settore dei Beni Culturali e di quanto il loro coinvolgimento diretto in questo genere di eventi sia fondamentale.

L’entusiasmo verso queste iniziative ha convinto l’Associazione SOS Archivi a proseguire con ancora più convinzione questo percorso, e ha portato l’interesse e la collaborazione di importanti istituzioni.

Il Wet Document Day del 5 maggio, che si svolgerà presso la sede della The American University of Rome (Via Pietro Roselli 16 – Roma), prevede la partecipazione di 80 persone, soprattutto membri dell’Associazione SOS Archivi, che hanno ricevuto l’invito all’evento in anteprima.

Il Wet Document Day del 28 maggio sarà interamente in lingua inglese e verrà ospitato dall’ICCROM (Via di San Michele 22 – Roma). A questa giornata è prevista la partecipazione di partecipanti provenienti da prestigiose istituzioni internazionali che operano su territorio italiano.

Durante le due giornate sono previsti durante la mattina interventi di comunicazione e condivisione sul tema dell’emergenza, della prevenzione e della raccolta di fondi per il recupero di beni in pericolo, da parte di esperti ed autorità del mondo della cultura, e durante il pomeriggio le esercitazioni pratiche di salvataggio post-alluvione a cui prenderanno parte i partecipanti.

I Wet Document Day si svolgono sotto il patrocinio di enti ed istituzioni sensibili al tema della tutela dei Beni Culturali, come ICCROM, The American University of Rome, AIB, ANORC, Koha Italia, IFLA, Città Metropolitana di Roma e Assessorato alla Cultura e al Turismo di Roma.

Le giornate sono sponsorizzate da PRODOC Srl, EDAM Srl, Bucap Spa, Sacma Spa, TA&TS, Wiff, AXA ArtBanca di Credito Cooperativo di Roma.

I posti per entrambi gli eventi sono esauriti

Intervista Radio InBlu

Il 13 Marzo 2015, il Presidente dell’Associazione SOS Archivi, Massimo Cruciotti, è intervenuto al programma radiofonico “Cosa c’è di buono” di Radio InBlu 

L’intervento riguarda le nuove attività dell’Associazione, tra cui il progetto di crowdfunding che partirà a breve.

Per ascoltare l’intera intervista, basta cliccare sul tasto play del link riportato di seguito.