SOS Archivi patrocina DIG.Eat 2019 #thedarksideof…

Trasmettiamo comunicato stampa relativo al DIG.Eat 2019:

La ricerca del “dark side” della digitalizzazione e della privacy ti aspetta a Roma, il prossimo 30 maggio!

Si tratta dell’anti-evento annuale sul digitale organizzato da ANORC Mercato e ANORC Professioni, che torna con la sua dodicesima edizione ispirata allo storico album dei Pink Floyd “The dark side of the moon” (Capitol Records, 1973) per raccontare, oltre i rumors e i muri di gomma, la reale condizione del digitale in Italia e provare così a indicare strade realmente praticabili per PA, professionisti e imprese.  L’intento, quindi, è quello di raccontare, attraverso un occhio irriverente, il lato oscuro del digitale: sarà un’occasione di confronto, approfondimento e relazione insieme ai numerosi stakeholder ed esperti nazionali provenienti da una pluralità di contesti multidisciplinari (istituzioni, imprese, università).

L’appuntamento con il DIG.Eat 12 è unico nel suo genere e sarà al buio: l’unico modo per illuminare il lato oscuro del digitale è… iscriversi all’evento!

 Il programma del #Digeat2019 con i suoi protagonisti resterà al buio e sarà svelato solo a Roma, il 30 maggio, presso il Teatro Eliseo.

“There is no dark side of the moon really. Matter of fact it’s all dark.” (Eclipse)

archiviosedia

Un Archivio per la sedia – 4 e 5 aprile, Manzano (UD)

Nei giorni 4 e 5 aprile si terrà a Manzano il convegno “Un archivio per la sedia”, rivolto a professionisti del settore e aperto al pubblico con l’obiettivo di contribuire alla predisposizione di un modello condiviso di intervento volto a consolidare l’idea progettuale di centro per la documentazione .
L’iniziativa è organizzata dagli Assessorati alla Valorizzazione dei Beni Culturali ed ai Progetti Strategici del Comune di Manzano
L’evento gode del Patrocinio di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Ordine degli Architetti della Provincia di Udine, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Udine, AIB. Partecipano BancaTER, ClusterArredo/Casa FVG, Confartigianato Seggiolai e ProLocoManzano.
Aderiscono all’iniziativa i principali ordini professionali e le associazioni di categoria che operano nel settore della sedia e dell’industria. Vi partecipano qualificati relatori espressione del mondo accademico e professionale tra cui il prof. Guerzoni, la prof.ssa Tonicello oltre ai referenti di, Istituto Saranz di Trieste, OMI, IKON, Soprintendenza Archivistica regionale, ERPAC ed altri Enti ed Istituzioni della cultura. Sono previsti interventi di amministratori locali che hanno vissuto analoghe progettualità di archeologia industriale sui propri territori.
Il progetto avviato dal Comune di Manzano intende recuperare, catalogare, conservare e valorizzare il patrimonio culturale legato al mondo della Sedia: oggetti, archivi, ricordi… che sono testimonianza di un passato personale e collettivo. Beni materiali e immateriali che permettono di ripercorrere le tappe principali della nostra storia, ma anche di porre le basi per interventi che grazie ad uno stretto legame tra cultura e sviluppo sono in grado di incidere sul progresso sociale ed economico del territorio.
Il secondo giorno del convegno sarà interamente dedicato alla visita nelle aziende del territorio.
E’ possibile consultare il programma completo sul sito dedicato: https://www.archivioperlasedia.it.

SOS Archivi collabora all’organizzazione dell’evento.

I Sassi di Matera: il contributo del Biologo nella tutela e valorizzazione di un patrimonio unico

Si terrà il prossimo 29 marzo 2019 a Matera, presso la Casa Cava, il corso dell’Ordine Nazionale dei Biologi dal titolo “I Sassi di Matera: il contributo del Biologo nella tutela e valorizzazione di un patrimonio unico”.

Saranno ammessi sia iscritti che non iscritti all’ONB.

Il programma si può trovare a questo link: http://www.onb.it/2019/03/11/i-sassi-di-matera-il-contributo-del-biologo-nella-tutela-e-valorizzazione-di-un-patrimonio-unico-ii-avviso/

Sono previsti gli interventi di Massimo Cruciotti, Presidente di SOS Archivi, e di Romeo Toccaceli, Geologo, Rilevatore Esperto Cartografia Geologica e Geotematica, Consigliere del Comitato Tecnico Scientifico dell’Associazione.

 

abeato

A Roma, la seconda tappa di “Viaggio in Egitto. Antonio Beato nell’Archivio del Touring Club Italiano”

Continua il viaggio di Antonio Beato e delle sue foto, con una mostra presso l’Accademia d’Egitto di Roma, dal 24 gennaio al 22 febbraio 2019.

La prima edizione, avvenuta presso il Castello Sforzesco di Milano dal 16 maggio al 24 giugno 2018, ha riscosso grande successo e attenzione da parte del pubblico. Per la seconda edizione romana, il luogo d’elezione è l’Accademia d’Egitto di Belle Arti, che inserisce la mostra nel calendario di eventi dedicati ai 90 anni dalla sua fondazione.

Importante il contributo di CD Removals, grazie al quale è stata possibile l’organizzazione della seconda tappa di questa esposizione.

La mostra, a cura di Roberto Mutti, Luciana Senna e Michele Magini, espone le 48 stampe fotografiche originali di Antonio Beato, fotografo di origine veneziana attivo in Egitto tra il 1860 e il 1900, appartenenti alle collezioni del Touring Club Italiano e valorizzate grazie al supporto dell’Associazione SOS Archivi.

Le 48 stampe all’albumina, conservate nell’archivio fotografico del Touring Club, sono oggetto di un articolato intervento di valorizzazione, condotto con l’Associazione SOS Archivi, di cui la mostra è la tappa conclusiva. Frutto di probabili lasciti di viaggiatori diversi – si individua un gruppo di 32 stampe con didascalie manoscritte e almeno altre 2 stampe con annotazioni uniformi –, tracciano nell’allestimento espositivo un ideale viaggio lungo il Nilo, scendendo dalle piramidi di Giza fino ad Abu Simbel. Il gruppo delle 32 fotografie è datato 1878, anno che consideriamo perciò un termine ante quem per datare lo scatto e, forse, il viaggio.

Grazie al contributo di SOS Archivi è stato possibile sostenere tutto il processo di recupero e valorizzazione delle fotografie. A partire dal restauro delle stampe fotografiche, indispensabile poiché le stampe, incollate su supporti di cartoncino, risultavano imbarcate e necessitavano di un intervento che le riportasse alla planarità. Esse sono state poi digitalizzate e infine catalogate.

Le foto si possono consultare sul sito https://digitouring.it, l’archivio digitale del Touring. L’intero progetto, con tutte le fasi di lavoro, è stato inoltre raccontato in brevi video raccolti su un sito dedicato, che li propone in ordine temporale (https://antoniobeato.sosarchivi.it/). Tutti i video sono parte integrante della mostra, per illustrare il complesso lavoro d’archivio e la corretta conservazione in vista della valorizzazione, ovvero per restituire il valore di conoscenze e di cultura di un archivio a un pubblico il più ampio possibile.

Sala Espositiva

Accademia d’Egitto di Belle Arti, Via Omero 4 – Roma

Periodo mostra

24 gennaio – 22 febbraio 2018 

Informazioni per il pubblico

Accesso gratuito dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 17:00

 

Locandina Viaggio in Egitto