Waiting For ICA 2022

9 Marzo – 22 Giugno – 2021

SOS Archivi in collaborazione con ICA, DGA, ANAI e con il supporto di Symposia Srl ha sviluppato un calendario di digital talks in attesa di ICA Roma 2022.

Introduzione

Abbiamo creato “un luogo di incontro digitale” per un dialogo e confronto per professionisti e studenti di archivistica,  studiosi, cittadini interessati, imprese di settore ed istituzioni pubbliche e private

Nell’attesa dell’evento ICA2022 è nata l’idea di sfruttare il non poco tempo che ci separa dalla conferenza con un percorso strutturato di avvicinamento nel segno della cooperazione e della coesione che caratterizza il nostro dominio, sfruttando i mezzi che questi mesi di pandemia ci hanno costretto a sperimentare, promuovendo iniziative di comunicazione, sostenendo la formazione dei professionisti e, soprattutto, avvicinando il patrimonio documentario ai cittadini e agli utenti grazie a frequentatissimi incontri virtuali.

Abbiamo quindi deciso di promuovere una serie di incontri quindicinali che abbiamo chiamato “Waiting For ICA Roma 2022”, per lo più destinati ai nostri interlocutori e, quindi, in italiano con lo scopo di richiamare l’attenzione di tutti (non solo degli addetti ai lavori) sulla difficoltà organizzativa e sulla complessità tecnica di formare e conservare archivi, ma anche sulla ricchezza che le fonti documentarie ci offrono, garantendo la difesa e l’esercizio dei diritti, proteggendo la memoria e comunicando le storie che gli archivi possono raccontare.

E’ ormai ufficiale la notizia che dal 19 al 23 settembre 2022 l’Italia ospiterà a Roma la nona conferenza dell’International Council on Archives dedicata alla funzione di ponte che gli archivi hanno sempre svolto.

L’iniziativa è, in questo caso, rivolta soprattutto a rilevare, analizzare e discutere il ruolo che le istituzioni, i professionisti e le fonti documentarie sono sempre più destinati ad assumere nel futuro in un mondo caratterizzato da diversità, conflitti ma anche ricco di spazi e strumenti di convergenza delle conoscenze e degli strumenti, di integrazione dei sistemi informativi, di dialogo e confronto tra la dimensione globale della rete e le comunità e identità locali dei territori e delle istituzioni.

Bridging the gap è, infatti, il titolo della conferenza che ha l’obiettivo di affrontare gli aspetti più critici di questo confronto in ambito tecnologico, culturale, politico e istituzionale.

Con una partnership tra SOS Archivi, Direzione generale degli archivi, Anai e con il supporto di Symposia S.r.l. abbiamo deciso di avanzare la candidatura del nostro Paese per ospitare un incontro così ambizioso.

Le ragioni che ci hanno guidato sono soprattutto legate alla considerazione che da troppo tempo gli archivi italiani hanno sofferto per la mancanza di risorse e di occasioni di scambio internazionale, pur mantenendo alta la qualità della nostra grande tradizione archivistica e delle metodologie impiegate che ci hanno consentito di contribuire con efficacia e successo ai migliori progetti di ricerca europei e internazionali.

Abbiamo pensato soprattutto all’importanza di dare ai professionisti e agli studenti di archivistica, agli studiosi, ai cittadini interessati, alle imprese che operano in questo campo e alle numerosissime istituzioni pubbliche e private che possiedono e conservano archivi un’occasione preziosa di dialogo e di collaborazione con i colleghi degli altri Paesi.

Abbiamo pensato che la comunità tecnico-scientifica nazionale avrebbe tratto un serio vantaggio nel confrontarsi su temi così impegnativi e cruciali approfittando della presenza in Italia di esperti, gruppi di lavoro e di ricerca, rappresentanti di tutte le comunità archivistiche del mondo.

Da queste riflessioni è nata l’idea di sfruttare il non poco tempo che ci separa dalla conferenza con un percorso strutturato di avvicinamento nel segno della cooperazione e della coesione che caratterizza il nostro dominio, sfruttando i mezzi che questi mesi di pandemia ci hanno costretto a sperimentare, promuovendo iniziative di comunicazione, sostenendo la formazione dei professionisti e, soprattutto, avvicinando il patrimonio documentario ai cittadini e agli utenti grazie a frequentatissimi incontri virtuali.

Abbiamo quindi deciso di promuovere una serie di incontri quindicinali che abbiamo chiamato “Waiting For ICA Roma 2022”, per lo più destinati ai nostri interlocutori e, quindi, in italiano con lo scopo di richiamare l’attenzione di tutti (non solo degli addetti ai lavori) sulla difficoltà organizzativa e sulla complessità tecnica di formare e conservare archivi, ma anche sulla ricchezza che le fonti documentarie ci offrono, garantendo la difesa e l’esercizio dei diritti, proteggendo la memoria e comunicando le storie che gli archivi possono raccontare.

Cominceremo a marzo 2021 e proseguiremo fino alla conferenza di Roma. Nel presentarvi la prima serie di eventi, vi invitiamo non solo a partecipare in modo attivo agli incontri già in programma ma anche a proporre idee e iniziative in grado di alimentare un percorso di conoscenze e di discussione finalizzato a dare nuova spinta e visibilità al nostro settore.

Nella consapevolezza che le contraddizioni inevitabili del nostro tempo hanno bisogno di archivi e di sapere archivistico in grado di colmare con equilibrio, dinamicità e competenza i divari del presente e costruire ponti solidi per un futuro inclusivo.

Calendario

Digital Talks

9 Marzo – 22 Giugno
2021

Il calendario è in via di definizione e potrà subire delle modifiche.

In apertura dell’evento del 9 Marzo avremo una introduzione e presentazione di Waiting for ICA 2022 con i saluti di Anna Maria Buzzi, Maria Guercio, Micaela Procaccia e Patrizia Pasolini

9 Marzo 

Diretta streaming

ore 17.00

Mitigare i danni da incendio: la nuova Regola Tecnica Verticale applicata ai beni culturali

Nel 2020 è stata redatta una nuova regola tecnica riguardante la prevenzione degli incendi in ambiente museale e culturale, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.183 del 22 luglio. Il D.M, redatto congiuntamente dal Ministero dell’Interno e dal MiBAC, approva la Regola Tecnica Verticale dedicata alla tutela degli edifici museali e culturali con i relativi beni conservati. 

Con Gioacchino Giomi, Stefano MarsellaLuca Nassi approfondiremo gli aspetti di questo decreto, per poi parlare di soluzioni adeguate con Emanuele Goretti, che effettuerà in diretta una dimostrazione d’uso di 3M Novec™ 1230.

Moderatore

Massimo Cruciotti

Presidente SOS Archivi

Relatori

Luca Nassi

Comandante Provinciale
VVF di Siena

Emanuele Goretti

Project Leader 3M

Gioacchino Giomi

Vicepresidente
Ordine degli Ingegneri di Roma

Già Capo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco

Stefano Marsella

Direttore centrale
della prevenzione e sicurezza tecnica
del Corpo nazionale dei vigili del fuoco

23 Marzo 

Diretta streaming

ore 17.00

Buone pratiche per la messa in sicurezza degli archivi diocesani

 

Predisporre azioni per la sicurezza degli archivi, anche degli archivi ecclesiastici, è indispensabile per affrontare nel migliore dei modi le eventuali emergenze ed è importante garantire una gestione ordinata e coordinata sul territorio attraverso una serie di buone pratiche per la messa in sicurezza dei beni. Nel mondo degli archivi ecclesiastici, e diocesani in particolare, il lavoro è svolto in sinergia dai diversi presidi sul territorio: la diocesi, la regione ecclesiastica, l’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto.

Don Valerio Pennasso parlerà della protezione degli archivi ecclesiastici; Marica Mercalli interverrà sui depositi di sicurezza in fase di emergenza; la parola passerà poi a don Gianluca Popolla, che parlerà della situazione degli archivi diocesani in Piemonte; concluderemo con Martino Dutto, per un focus su problematiche e rischi, buone pratiche per gli archivi diocesani e parrocchiali, con particolare attenzione all’Archivio storico diocesano di Cuneo.

 

Moderatore

Massimo Cruciotti

Presidente SOS Archivi

Relatori

don Valerio Pennasso

Direttore Dell’Ufficio Nazionale per i Beni Culturali Ecclesiastici

Marica Mercalli

Direttore Generale DG Sicurezza del Patrimonio Culturale

don Gianluca Popolla

Incaricato per i Beni Culturali Ecclesiastici del Piemonte e Valle d’Aosta

Martino Dutto

Archivista e Risk Manager

13 Aprile

Diretta streaming

ore 17.00

Condizioni microclimatiche e qualità dell’aria negli archivi

Il monitoraggio e il controllo della qualità dell’aria dell’ambiente normalmente avvengono outdoor, ma anche all’interno degli ambienti deputati alla conservazione dei beni archivistici vi possono essere preoccupanti sorgenti di inquinamento oppure, a causa di sistemi di circolazione dell’aria non efficienti, gli inquinanti possono penetrare dall’esterno e accumularsi.

Ne parliamo con il biologo Matteo Montanari, esperto nel settore dei beni culturali, con Matteo Bistoletti, con Ivano BattagliaGregorio ManganoFrancesco Santi, che tratteranno il tema della sicurezza in rapporto con la sostenibilità, anche in ambiente MAB. 

Moderatore

Massimo Cruciotti

Presidente SOS Archivi

Relatori

Matteo Montanari

Ordine Nazionale dei Biologi
Ambiente, Territorio e Beni culturali

Matteo Bistoletti

Divisione Sinistri EDAM Srl

Gregorio Mangano

Presidente AIISA
Associazione Italiana
Igienisti Sistemi Aeraulici

Francesco Santi

Presidente AIAS
Associazione professionale
Italiana Ambiente e Sicurezza

Ivano Battaglia

CEO Lab Service Analytica srl

27 Aprile 

Diretta streaming

ore 17.00

Archivio bene comune: il rapporto con le comunità e proposte di valorizzazione

 

La documentazione conservata negli archivi ecclesiastici, diocesani e parrocchiali in particolare, si intreccia inestricabilmente con la storia delle persone e delle comunità e dei luoghi abitati e costruiti intorno ad esse. Ogni azione, sia legata ad iniziative di conoscenza, che di tutela o di valorizzazione non può che essere l’espressione concertata di un popolo e del suo territorio. Proviamo a raccontare alcune esperienze.

Mons. Franco Lovignana parlerà della progettualità culturale e pastorale per i beni culturali. Ascolteremo due esperienze: Matteo Savoldi racconterà il progetto degli archivi ecclesiastici veronesi in rete; don Gianluca Marchetti e Veronica Vitali parleranno della valorizzazione “corale” dei codici miniati del Capitolo della Cattedrale di Bergamo. 

 

Moderatore

don Valerio Pennasso

Direttore Dell’Ufficio Nazionale per i Beni Culturali Ecclesiastici

Relatori

S.E. Mons. Franco Lovignana

Vescovo di Aosta – Presidente del Comitato per la valutazione dei progetti di intervento a favore dei beni culturali ecclesiastici e dell’edilizia di culto

Matteo Savoldi

Archivista, responsabile scientifico del progetto diocesano Memoria e trasmissione.

don Gianluca Marchetti

Direttore dell’Archivio storico
diocesano di Bergamo

Veronica Vitali

Archivista presso Archivio storico
diocesano di Bergamo

11 Maggio

Diretta streaming

ore 17.00

Cultura d’impresa negli archivi: sostenibilità, digitalizzazione e ruolo formativo

Qual è l’impatto sociale della perdita della memoria? E perchè diventa fondamentale preservare e valorizzare gli archivi d’impresa? Attraverso gli archivi si costruiscono percorsi di formazione e si conserva la capacità di costruire e creare. Con Antonio Calabrò discuteremo di sostenibilità e impatto sociale della perdita della memoria; Lucia Nardi parlerà di archivio d’impresa come strumento per rafforzare e comunicare l’identità aziendale e Daniela Brignone di archivio come strumento di marketing e comunicazione; Giorgetta Bonfiglio Dosio discuterà di formazione archivistica oggi; infine, Amedeo Lepore esporrà il caso dell’archivio digitalizzato della Cassa del Mezzogiorno. 

   

Moderatore

Massimo Cruciotti

Presidente SOS Archivi

Relatori

Antonio Calabrò

Presidente di Museimpresa

Lucia Nardi

Responsabile iniziative culturali Eni

Amedeo Lepore

Professore ordinario
di Storia Economica
Università della Campania
Luigi Vanvitelli

Giorgetta Bonfiglio Dosio

Docente di Archivistica

Daniela Brignone

Curatrice Archivio Storico e Museo Birra Peroni

25 Maggio

Diretta streaming

ore 17.00

Preserving sounds and voices: archives as a place for identity

Audiovisual heritage represents an inestimable treasure, which has been and is fundamental for the construction of individual and social identities, for the cultural formation of people, for the collective memory of peoples. Radio and television recordings, oral testimonies that speak of the past and question the present, that explain, intrigue, teach, amuse or entertain.

Sally Jennings and Enrico Giannotti will talk about the Save our Sound project, promoted by the British Library, and the technology that is allowing the preservation of thousands of recordings. Maria Francesca Stamuli will tell us what the Vi.vo.project consists of, while Silvia Calamai will introduce the Vademecum for the treatment of oral sources.

   

Moderatore

Giovanni Michetti

Sapienza Università di Roma

Relatori

Sally Jennings

Programme Manager
“Save Our Sounds”

Maria Francesca Stamuli

Soprintendenza archivistica
e bibliografica della Toscana

Enrico Giannotti

CEO Cedat85

Silvia Calamai

Università di Siena

7 Giugno

Diretta streaming

ore 17.00

Understanding Disaster Risk for Digital Heritage

 

This webinar will focus on preventing and reducing risks threatening digital archival holdings. In particular, it will address risk drivers and decision-making for risk reduction.

Moderatore

Maria Guercio

Presidente CTS SOS Archivi

Relatori

Aparna Tandon

Senior Programme Leader ICCROM

Kara Van Malssen

Si ringrazia

Bucap
Bucap

Iscriviti alla newsletter per essere aggiornato

Iscrizione avvenuta con successo